Crea sito

Benessere

INDEX BAT-ENZO
2012
ASTRONOMIA
BENESSERE
CASA
MISTERIO

PROFEZIE
PRONTOSOCCORSO
SALUTE
SAPERE
SURVIVAL
VULCANOLOGIA
UFO


ARTICOLI OMEOPATIA


Cosa mangiare dopo le 22,00

MEDICINA NATURALE
Agopuntura
I semi contro insonnia e depressione
L’albero del Neem,
un rimedio naturale con notevoli indicazioni
Rimedi naturali per le emorroidi


•  OLI ESSENZIALI E
 AROMATERAPIA

 •  ANTIAGE
•  INTEGRATORI
•  ALIMENTAZIONE
 •  DIMAGRIRE
  •  RICETTE
 •  DIETA E SALUTE
•  INTOLLERANZE
•  ERBE E PIANTE MEDICINALI

ERBE E FITOTERAPIA


NUTRIZIONE BAMBINI

ALIMENTAZIONE BAMBINI

SOS SALUTE

ALIMENTAZIONE E SALUTE
 






 

Nutrizione bambini
Suggerimenti per una corretta alimentazione nell'età evolutiva    

Premesso che la corretta dieta nell'età evolutiva deve essere definita dal pediatra,
il contenuto di questa pagina è un breve promemoria per evidenziare gli errori che involontariamente si possono commettere nell'educare i giovani ad una corretta alimentazione.
I primi problemi si riscontrano nelle mense scolastiche in quanto i bambini generalmente rifiutano ortaggi, verdure e frutta.
La carenza di questi alimenti puo' causare la carenza di vitamine e minerali con conseguenti danni alla salute.
E' necessario spiegare che questi alimenti sono assolutamente necessari e assicurarsi che vengano assunti, eventualmente integrando la quantità di vegetali a merenda o al pasto serale che possono essere piu' controllati.
Con il crescere dell'età si possono presentare problemi di sovrappeso o di obesità dovuti ad assunzione di alimenti eccessivamente grassi e calorici (bevande gassate, fast-food, merendine), è molto importante che il ragazzo capisca la necessità di una dieta equilibrata e con apporto calorico non eccessivo e sappia ridurre i cibi con troppi zuccheri o grassi, altrimenti corre il rischio dei diventare obeso.
Un bambino obeso potrà avere seri problemi  non ultimo l'impossibilità di dimagrire, infatti l'obesità causa l'aumento del volume delle cellule ed anche il loro numero.
Con una dieta, per quanto severa, si diminuisce il volume delle cellule ma non è possibile modificarne il numero, quindi un bambino obeso puo' esserlo per tutta la vita nonostante gli sforzi per dimagrire (vedi Il peso sostenibile), inoltre è piu' facile il trattamento dell'obesità nell'eta evolutiva che non da adulti, quindi al primo aumento di peso eccessivo consultate il pediatra e verificate l'alimentazione, specialmente se uno dei genitori, in particolare la madre, è obeso in quanto è dimostrato che l'obesità dei genitori è il primo fattore di rischio per il bambino.

Tra i bambini obesi il 60-80% non recupera piu' il peso normale
 



Nella tabella sottostante sono riportate le porzioni medie in grammi per età comprese
 tra 4 e 16 anni.

 
Fascia di età 4-6 7-9 10-12 13-15 16
Pasta o riso 40-50 60 70 80 80-100
Pane 30-40 50 60 70-80 80
Carne 50 60 60 70-80 100
Pesce 70 80 80 100 120
Formaggi 40 50 50 60 100
Verdure crude 100 150 200 200 250
Legumi freschi 50 60 60 80 100

La frequenza dei vari alimenti raccomandata dai nutrizionisti, simile alla nota piramide alimentare, è riportata nella tabella sottostante
 
Alimento Frequenza
Pane, pasta o riso 2 volte al giorno es. : pasta a pranzo e pizza a merenda
Frutta 2 volte al giorno es. : alla seconda colazione e a fine pranzo.
La frutta è meglio a pezzi che frullata
Carne 4 volte alla settimana, preferendo carni bianche
Pesce 4 volte alla settimana
Legumi 4 volte alla settimana, come secondo
Formaggio 1 volta alla settimana
Uova 1 volta alla settimana

Squilibri alimentari
Spesso nei bambini si riscontra una carenza di alcuni nutrienti, in particolare di vitamine e minerali, anche se alimentati con una dieta corretta.
Questo problema puo' derivare dalla perdita di vitamine della frutta e verdura derivante da lavaggi, prolungata giacenza in frigorifero, eliminazione delle bucce e dei gambi o dall'uso di cibi precotti.
I nutrizionisti stimano che tali cause possono generare una perdita di circa il 50% del contenuto di vitamine.
Le vitamine che maggiormente si perdono sono : C, PP, E, acido folico ed alcune del gruppo B
Naturalmente non si puo' evitare di lavare frutta e verdura o di conservare gli alimenti, quindi è opportuno verificare con il pediatra l'opportunità di utilizzare integratori.

 


torna ad home page


L'AUTORE NON HA ALCUNA RESPONSABILITÀ PER QUANTO RIGUARDA GLI ARTICOLI SCRITTI CHE SONO PRESI
SITI DA I QUALI  DECLINO OGNI RESPONSABILITÀ PER GLI EVENTUALI ERRORI ED INESATTEZZE RIPORTATI  E PER GLI EVENTUALI DANNI DA ESSI DERIVANTI


08/02/2011 scritto da BATENZO