Crea sito

GIOCHI da TAVOLO





GIOCHI DA TAVOLO
 
Scacchi

Gli scacchi sono un gioco da tavolo di strategia che vede opposti due avversari, detti Bianco e Nero dal colore dei pezzi che muovono.

Gli scacchi sono uno dei giochi più popolari al mondo: possono essere giocati in casa, nei circoli dedicati, via Internet o per corrispondenza, sia a livello ricreativo che agonistico. Gli scacchi sono anche uno sport riconosciuto dal Comitato Olimpico Internazionale e competizioni ufficiali sono organizzate sotto l'egida della FIDE (Fédération Internationale des Échecs, it. Federazione Internazionale degli Scacchi), fondata nel 1924.

Il gioco degli scacchi è uno dei più complessi in assoluto: si stima che il numero di combinazioni legalmente ammesse dei 32 pezzi sulle 64 caselle della scacchiera sia compreso fra 1043e 1050e la dimensione dell'albero di complessità del gioco è approssimativamente di 10123. Il numero di possibili diverse partite a scacchi è stimato essere circa .

Descrizione e regolamento
Le regole ufficiali degli scacchi sono definite a livello internazionale nel Manuale FIDE, sezione Regole degli Scacchi.

La scacchiera

Gli scacchi si giocano su una tavola quadrata, detta "scacchiera", divisa in 64 caselle, dette "case" organizzate in 8 righe, dette "traverse", ed 8 colonne: le traverse sono numerate da '1' (traversa base dei pezzi bianchi) a '8' (traversa base dei pezzi neri), mentre le colonne sono contraddistinte dalle lettere dell'alfabeto da 'a' a 'h'. La scacchiera deve essere orientata in modo che la casa nell'angolo in basso a destra di ciascun giocatore sia bianca.

Le case della scacchiera nelle competizioni ufficiali devono avere lato compreso tra i 50 ed i 65 mm. I tavoli da scacchi devono avere una lunghezza minima che sia il doppio di quella della scacchiera, mentre la larghezza deve superare questa di 15-20 cm.

Sulla scacchiera si muovono 16 pezzi bianchi e 16 pezzi neri. Le scacchiere impiegate nei tornei ufficiali ed i pezzi possono essere in legno, plastica o materiali con caratteristiche simili[16]. Esistono anche scacchiere artistiche con pezzi in vetro, pietra, cuoio o metallo, usate, più che altro, come oggetti decorativi. La stessa scacchiera può essere usata per giocare a dama; in questo caso essa si dispone però in modo diverso.
Esistono anche versioni da viaggio che si piegano per formare una scatola che contiene i pezzi da gioco. Negli anni 2000 si sono diffuse in ambito professionale scacchiere digitali munite di sensori in grado di riconoscere l'esecuzione delle mosse, in grado di trasmetterle ai computer o di azionare automaticamente l'orologio. Spesso vengono impiegate nei tornei per la trasmissione delle partite su schermi in loco o online via internet. La scacchiera elettronica DGT è uno dei modelli ufficiali adottati dalla FIDE.

I pezzi sulla scacchiera [modifica]Ogni giocatore dispone di un insieme di 16 pezzi, ciascuno composto di sei tipi diversi di pezzi. I due insiemi di pezzi sono colorati in modo differente: in genere uno è molto più chiaro dell'altro, e prendono dunque il nome di Bianchi e Neri. In condizioni ufficiali il colore dei bianchi deve essere bianco, crema o una tonalità di colore intermedia fra esse, mentre i neri devono essere neri, marroni o di tonalità intermedia. Tale colorazione può anche essere fornita dal colore naturale del legno, se sono realizzati con tale materiale. I pezzi non devono essere di colore lucido e devono essere piacevoli alla vista.

L'aspetto dei pezzi nei tornei ufficiali deve essere di tipo Staunton. I pezzi devono essere chiaramente distinguibili fra loro: in particolare la sommità del re deve essere differente da quella della donna (comunemente il re ha una corona crociata, la donna una corona a pallini). L'alfiere può recare una tacca sulla sua sommità o questa può essere di un differente colore[16]. Il re deve avere un'altezza minima di 95 mm e una base che sia il 40-50% della sua altezza. Gli altri pezzi devono essere proporzionati al re ed il peso dei pezzi deve garantirne la stabilità, consentendo comunque di muoverli agevolmente[19]. Per assicurare ciò, i pezzi sono in genere piombati, ovvero contengono all'interno dei piombi che ne assicurano la stabilità.

I pezzi sono (in ordine teorico di importanza crescente):
Pezzo Pedone Cavallo Alfiere Torre Donna Re
Simbolo Chess pll45.svg Chess nll45.svg Chess bll45.svg Chess rll45.svg Chess qll45.svg Chess kll45.svg
Quantità iniziale 8 2 2 2 1 1

La donna e la torre sono detti "pezzi pesanti", in quanto sono in grado di dare matto con l'aiuto del solo re; l'alfiere ed il cavallo sono invece "pezzi minori" o "leggeri", in quanto non sono in grado di dare matto con l'aiuto del solo re.

I pedoni occupano rispettivamente la seconda e la settima traversa, mentre i pezzi prendono posizione nella prima e nell'ottava traversa. A partire dai due angoli, in modo simmetrico, ogni giocatore posiziona torre, cavallo e alfiere e, per concludere, la donna, sulla casa del proprio colore rimasta libera, e il re nella casa di colore opposto.

I simboli usati per i pezzi nel diagramma non sono universali, ma sono del tipo più usato.

Il giocatore che muove per primo (ovvero quello che vede il proprio re a destra della propria donna), si chiama convenzionalmente "Bianco", l'altro "Nero".

 

Chess zhor 26.png
Chess zver 26.png a8 rd b8 nd c8 bd d8 qd e8 kd f8 bd g8 nd h8 rd Chess zver 26.png
a7 pd b7 pd c7 pd d7 pd e7 pd f7 pd g7 pd h7 pd
a6 b6 c6 d6 e6 f6 g6 h6
a5 b5 c5 d5 e5 f5 g5 h5
a4 b4 c4 d4 e4 f4 g4 h4
a3 b3 c3 d3 e3 f3 g3 h3
a2 pl b2 pl c2 pl d2 pl e2 pl f2 pl g2 pl h2 pl
a1 rl b1 nl c1 bl d1 ql e1 kl f1 bl g1 nl h1 rl
Chess zhor 26.png

Posizione dei pezzi all'inizio di una partita

Movimento dei pezzi
Ciascun pezzo degli scacchi si muove con precise modalità Nessun pezzo può occupare una casa in cui è presente un altro pezzo dello stesso schieramento; può invece - ad eccezione del pedone - muoversi su una casa occupata da un pezzo avversario, effettuando in tal caso una "cattura", con ciò eliminando dalla scacchiera il pezzo nemico e prendendo il suo posto. Si dice che un pezzo "attacca" o "minaccia" una casa se esso può effettuare una cattura in quella casa.
 

Il Re  

Può spostarsi di una sola casella per volta in una qualsiasi delle otto direzioni consentite sulla scacchiera per andare ad occupare una casella libera o occupata da un pezzo avversario sostituendosi ad esso. Non può occupare caselle libere che sono immediatamente adiacenti al Re avversario, né caselle che sono sotto il dominio di pezzi avversari.
Una sola volta in tutta la partita ciascun re può usufruire di una mossa speciale, nota come arrocco: questo si realizza spostando il re di due case orizzontalmente (verso destra o sinistra) e ponendo la torre verso la quale si è mosso nella casa compresa tra quelle di partenza e di arrivo del re. Questo si può fare solamente se tutte le condizioni seguenti sono soddisfatte
Non è consentito lasciar catturare il proprio re. Quando il re di uno dei due giocatori è minacciato (ovvero, come si dice, è "sotto scacco") non è consentita alcuna mossa che lasci il proprio re in tale condizione: deve essere effettuata una mossa che pari la minaccia, ossia impedisca all'avversario di catturare il re alla mossa successiva. Se il giocatore non può sottrarre il Re dallo scacco, si tratta di scacco matto e la partita termina con la vittoria dell'avversario. Se invece non è possibile effettuare alcuna mossa legale, ma il re non si trova sotto scacco, allora si tratta di stallo e la partita termina con il risultato di parità.
 
Movimento del Re

 

La Regina o La Donna

Può spostarsi di un numero indefinito di caselle in una qualsiasi delle otto direzioni possibili passando solo per caselle libere, terminando il suo percorso fermandosi su una casella libera oppure su una occupata da un pezzo avversario sostituendosi ad esso.

 
Movimento della Regina o della Donna

L'Alfiere

Ciascun giocatore all'inizio del gioco dispone di due Alfieri: uno posto su casella bianca e uno posto su casella nera.
Ogni Alfiere può spostarsi di un numero indefinito di caselle su una qualsiasi delle quattro direzioni oblique, passando solo per caselle libere e fermandosi o su una casella libera o su una casella occupata da un pezzo avversario sostituendosi ad esso.
Da ciò si evince che l'Alfiere su casella bianca resta su casella bianca per tutta la durata della sua permanenza sulla scacchiera, così come quello su casella nera resta su casella nera. Ecco perché si suole distinguere gli Alfieri in: Alfiere campo chiaro, dominante le caselle bianche; e Alfiere campo scuro dominante le caselle nere.

 
Movimento dell'Alfiere
 
Il movimento del Cavallo non é lineare come gli altri. Infatti, si suole affermare che il cavallo si sposta a L. Più precisamente il Cavallo può saltare da una casella in un'altra situata all'angolo opposto di un rettangolo di 2x3 caselle.
Partendo da una casella centrale della scacchiera il Cavallo ha otto caselle su cui andare, partendo da una casella posta ai bordi della scacchiera le caselle su cui andare sono di meno.
La Casella su cui il Cavallo va a posarsi deve essere vuota o occupata da un pezzo avversario, in questo caso il cavallo occupa il posto del pezzo avversario, mentre non importa che cosa contengono le caselle intermedie fra la sua casella di partenza e quella di arrivo.

 
Movimento del cavallo

La torre

La Torre può spostarsi di un numero indefinito di caselle in linea retta verso l'alto, il basso, a sinistra o a destra. Essa può passare solo per caselle libere e deve terminare il suo percorso su una casella vuota o occupata da un pezzo avversario sostituendosi ad esso.
 
Movimento della torre

Il Pedone

Ogni Pedone può spostarsi di una casella verso avanti per posarsi su una casella libera: i pedoni bianchi verso lo schieramento del nero; quelli neri verso lo schieramento del bianco; però, quando si sposta per la prima volta può avanzare a scelta del giocatore, di una o di due casella, sempre che nessuna delle caselle su cui si sposta sia occupata.
Il pedone può spostarsi anche in obliquo alla sua sinistra o alla sua destra di una casella nel verso della sua stessa direzione di marcia, solo quando va ad occupare una casella in cui si trova un pezzo avversario sostituendosi ad esso.
Se un pedone avanza fino all'ottava traversa, viene promosso, ossia sostituito con un pezzo dello stesso colore (donna, torre, alfiere o cavallo, a scelta del giocatore), indipendentemente dai pezzi già presenti sulla scacchiera (è dunque possibile avere un maggior numero di esemplari di uno stesso pezzo rispetto all'inizio), con effetto immediato (si può dare scacco o scacco matto con una promozione se il re avversario è nel raggio di azione del nuovo pezzo). Nella pratica viene quasi sempre scambiato con la donna, che è il pezzo più potente, anche se in alcuni problemi scacchistici può essere necessario promuovere ad un altro pezzo, come il cavallo, per ottenere la soluzione.
 
Movimento del pedone

 



torna a index



QUESTO SITO NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO
SENZA NESSUNA PERIODICITÀ, PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI
DELLA LEGGE N. 62 DEL 7.03.2001.


27/02/2011 scritto da BATENZO