Crea sito



   POTERI E SEGRETI DI AMULETI E TALISMANI

Amuleti e talismani hanno una storia millenaria, legata ad ogni popolo e ad ogni epoca. Le stesse mascotte di oggi non sono altro che una forma moderna del talismano. I talismani sono oggetti a cui viene attribuita una forza invisibile e non dimostrabile fisicamente, che aiuta il proprietario a raggiungere uno scopo prefissato. Si tratta soprattutto di portafortuna, mentre gli amuleti hanno principalmente una funzione protettiva. Entrambi sono componenti importanti della magia, ai quali l'uomo è legato tramite energie naturali, extrasensoriali e divine. Amuleti e talismani vengono per lo più realizzati in ottone e rame, materiali neutri che si ritiene siano in grado di
assorbire e allontanare le energie negative dal corpo.
L’amuleto è al servizio esclusivo della persona che, mediante una pulizia spirituale, trasferisce le sue caratteristiche personali all'oggetto. Nessuno, ad eccezione del suo legittimo proprietario, può toccare il talismano personale. Durante il sonno non bisognerebbe mai conservare il talismano a contatto con il corpo, ma sarebbe preferibile riporlo in un sacchetto di lino, affinchè abbia il "tempo" necessario per recuperare le sue energie lontano dal corpo del proprietario.
Da tempi remoti
L’uso di amuleti e talismani risale alle prime civiltà e alle culture più antiche. Numerose leggende narrano, per esempio, di un gigante che, ancor prima del diluvio universale, avrebbe scoperto l'effetto e l'impiego di amuleti e talismani. Secondo lo storico e scrittore greco Diodoro Siculo (I sec. a.C.) anche il patriarca Menas si sarebbe servito di amuleti, proprio come il figlio di Noè, Cam, che si dice fosse specializzato nell'utilizzo dei talismani.
Accenni ai nodi celtici
I nodi celtici, utilizzati anche come amuleti magici, simboleggiano l'eternità, poiché non hanno né un inizio né una fine e presentano caratteristiche regolari che si ripetono costantemente. Secondo la visione celtica, essi sono emblemi del ciclo naturale della vita, del mondo e del cosmo. Il nodo celtico più celebre, reso noto dalla popolare serie televisiva Streghe, è formato da tre linee a forma di luna, unite da un anello. Il tre era infatti un numero sacro ai Celti: il Triskel bretone-celtico, costituito da tre linee sinuose intrecciate, rappresentava l'unione di terra, acqua e fuoco. I nodi triplici erano spesso il simbolo della triade composta da corpo, mente e anima, indispensabile per raggiungere la vera illuminazione, ma anche della triplice natura insita in ogni donna: vergine, madre e saggia.
 

Differenza fra amuleti e talismani

AMULETO
ASSORBE DEVIA PROTEGGE


TALISMANO
ASSORBE DEVIA PROTEGGE DIFFONDE


PENTACOLO
ASSORBE DEVIA PROTEGGE DIFFONDE EMETTE




La magia attribuisce un enorme potere sia agli amuleti che ai talismani. Qual’è però la differenza fra i due? Lo scrittore antico Plinio il Giovane, definisce "amuleto" un oggetto raccolto in natura oppure realizzato a mano, volto a preservare il proprietario da pericoli, dolori e rischi causati dagli spiriti maligni. Protegge chi lo indossa dalle malattie, dalle maledizioni e da altre forze pericolose. Il talismano è invece un portafortuna. Ha il compito di attirare le energie positive oppure di ampliare la sfera del bene già esistente: benessere, salute e successo professionale.
L'origine di amuleti e talismani
Il termine "amuleto" proviene probabilmente dall'area linguistica araba, dove hamalet (appendice) indica una striscia di tessuto o di pergamena su cui sono riportati aforismi. Il concetto di "talismano" proviene dalla Turchia: le parole talis e talismon possono essere tradotte come "immagine miracolosa" (nelle regioni arabe, il termine tilisman designa ora proprio un'immagine magica). Anche i sacerdoti turchi che si occupavano di questi oggetti venivano chiamati talismani. Furono ancora una volta gli Egizi a porre le basi della pratica dei talismani. Furono i primi, insieme alle stirpi caldea, ebraica e indiana, a rappresentare le stelle e le costellazioni, ma anche simboli di animali e uomini, e a utilizzarli per scopi magici. I talismani non venivano solo indossati sul corpo, ma anche fissati alle case e agli oggetti di uso comune per instaurare relazioni favorevoli con dei, demoni e spiriti.
Amuleti e talismani celebri
Una forma molto diffusa è l'ankh, la cosiddetta chiave della vita o croce ansata. Nel linguaggio dei geroglifici simboleggiava la "vita", ma significava anche "andare", e molti dipinti egizi raffiguravano le divinità nell'atto di donare l'ankh al faraone. I talismani con la croce ansata sarebbero dunque propiziatori di lunga vita. In altri contesti si incontra anche la stella a cinque punte o pentagramma, indubbiamente il simbolo magico più noto, amato, adorato, onorato e al tempo stesso temuto dai "cattivi". Nota anche come pentacolo, è un simbolo di protezione universale e segno distintivo di molti ordini segreti.


Sigillo del Sole

Questo talismano deve obbligatoriamente essere fabbricato di domenica e si dovrà impiegare dell'oro. E' utile ai soggetti del Leone, del Sagittario e dell'Ariete. Utilizzate una lamina d'oro rotonda, liscia e lucida sui due lati. Su una delle facce, incidete un cerchio, vicino al bordo della lamina e, all'interno di questo cerchio, un esagono. Sui lati di questo esagono, incidete i segni corrispondenti al sigillo, che in questo caso sono il Leone, il Sagittario e l'Ariete, il segno della persona che lo porterà, quello del suo ascendente, e quello che governa il momento della fabbricazione del talismano. La ripetizione di uno o più di questi segni non ha grande importanza, tutt'al più, può rafforzare l0influsso di questo segno sul sigillo. Nell'esagono, incidete il quadrato magico del Sole, del quale la somma di ogni linea deve sempre dare 111, il numero del Sole. Sull'altra faccia, incidete una testa di leone, un sole e i nomi di Giove e Osiride. Quando il sigillo è terminato, avvolgetelo in un tessuto giallo e tenetelo così fino alla domenica successiva, prima di consacrarlo. In seguito, lasciatelo sul comodino, sulla scrivania, o portatelo con voi. Questo talismano agisce come un legame tra il Sole e tutte le energie positive della terra che ricevono il calore dei suoi raggi. Aiuta a riuscire nelle imprese legate al denaro, al prestigio, agli avanzamenti, al riconoscimento e agli onori, grazie all'efficacia del lavoro realizzato.

1) per ottenere onori, gloria, poteri regali

2) per sfuggire magicamente di prigione

3) per ottenere ubbidienza da tutte le cose create

4) per essere trasportati dagli spiriti ovunque si desideri

5) per rendersi invisibili, o avere fortuna al gioco e in commercio

6) per rendere visibili gli spiriti

7) per acquistare forza

 

Sigillo della Luna

Il talismano, che dovrà essere d'argento, può venire fabbricato solo di lunedì. La stagione migliore è la primavera, quando esiste già nel primo grado del Capricorno e della Vergine un aspetto favorevole di Giove e Venere. Vi occorre una lamina d'argento, lucidissima sui due lati, tagliata in tondo. Incidete su una faccia un cerchio e un esagono, incidete il quadrato magico del numero 369, corrispondente alla Luna. Sull'altra faccia rappresentate la Luna come una bella donna snella, dai capelli lunghi, vestita con un prezioso abito da sera, i piedi posati su una mezza luna puntata verso l'alto. La figura porterà sulla testa una stella brillante e una seconda mezza luna nella mano sinistra. Sulla testa, incidete la parola Ecate. Quando sarà pronto, conservatelo, avvolto in un tessuto bianco, fino al lunedì successivo, quando lo consacrerete, e lo porterete sempre con voi. Questo talismano è molto apprezzato per le sue facoltà curative, poichè preserva dalle malattie contagiose e accellera i periodi di convalescenza. Gode anche di grande fama presso i contadini che pensano di ottenere grazie ad esso raccolti migliori. Poichè beneficia dell'influsso degli astri notturni, ha il suo domicilio nel Cancro, è esaltato nel Toro, ed è molto indicato per fare investimenti felici quando l'affare è legato in qualche modo alla salute, alla malattia o alla medicina.

1) per evocare spiriti lunari ed aprire le porte chiuse

2) per avere dominio sulle acque

 

Sigillo di Marte

Il metallo che gli corrisponde è il ferro e il giorno ideale per prepararlo è il martedì. L'influsso degli astri avviene sotto il segno della Vergine e la sua esaltazione sotto quello del Capricorno, ma la forza e la potenza gli vengono dallo Scorpione, dall'Ariete e dal pianeta Mercurio che si trova in posizione propizia. Il numero cabalistico che gli corrisponde è il 65, il suo quadrato magico ha cinque stelle per lato. Per fabbricarlo ritagliate un tondo in una latta di ferro sottilissima, dalle facce ben lucide. Su una, incidete un cerchio, vicino al bordo, contenente un poligono di nove lati che conterrà a sua volta il quadrato magico di Marte. Sull'altra faccia, incidete la figura di un guerriero, con una spada sul braccio destro levato e il braccio sinistro appoggiato su uno scudo, disegnate una stella brillante e sulla testa del guerriero scrivete la parola Marte. Poi conservatelo fino al martedì successivo quando lo consacrerete. Ha il dono di armarvi di tenacia e di coraggio nelle situazioni più difficili. Inoltre potete ottenere col suo aiuto grandi successi nelle relazioni sentimentali appassionate. E' importante scegliere, per fabbricarlo, un momento in cui la Luna si trovi nel primo decano dei segni dell'Ariete o del Sagittario, perchè se viene fabbricato quando Marte si trova in opposizione ai pianeti favorevoli, la sua efficacia viene automaticamente neutralizzata.

1) per provocare le guerre

2) per ottenere vittoria in guerra e nei duelli

3) per costringere i demoni all'obbedienza

4) per respingere ogni aggressione

5) per evocare gli spiriti di Marte

6) per provocare tempeste

7) per curare tutti i mali


Sigillo di Mercurio

Lo farete di mercoledì con del mercurio solidificato. Tracciate un cerchio e un poligono di 9 lati e incidete il quadrato magico di Mercurio, di 8 file di 8 caselle, il cui totale è sempre 260. Sull'altra faccia incidete la figura tradizionale del genio magico, con le ali alle spalle e ai piede e che porta un caduceo. Sulla testa incidete una stella e sul bordo superiore la parola Ermes. Il domicilio in vergine, la forza e la potenza in Vergine e Bilancia, l'esaltazione sempre in Vergine e il pianeta propizio Marte, ne fanno un sigillo capace di scacciare le febbri di origine sconosciuta, facilitare la concentrazione nello studio delle scienze e aiutare a trovare onori e ricchezze in tutto ciò che è in rapporto col mondo scientifico. Una volta realizzato conserverete il talismano in un tessuto scarlatto fino al primo giorno in cui Mercurio si trovi in buona posizione in rapporto alla Vergine. In questo momento potete consacrarlo. Potete portarlo con voi, ma posto la notte sotto il guanciale, ha il dono di provocare sogni piacevoli.

1) per evocare e comandare gli spiriti

2) per accrescere la comprensione metafisica

3) per accrescere le facoltà psichiche

Sigillo di Giove


Lo farete di stagno, di giovedì, nello stesso modo degli altri. Il poligono da tracciarvi avrà 9 lati, e bisognerà incidere all'interno il quadrato magico di Giove, di 16 caselle, che rappresenta il numero 34. Sull'altra faccia, disegnerete l'immagine di un sacerdote recante nella mano sinistra un libro aperto nel mezzo che sembrerà leggere con interesse. Sulla sua testa brillerà una stella. Sul bordo superiore, scriverete la parola oro. Questo talismano scaccia i timori e le angosce, allontana la solitudine e favorisce le relazioni sociali, aiutandovi a far riconoscere i vostri meriti. Una volta finito, lo avvolgerete in un tessuto celeste e non gli farete vedere più la luce fino al momento in cui la Luna entrerà nel primo decano del segno della Bilancia, col Sole in Cancro, in Sagittario o in Pesci. Se queste condizioni non venissero adempiute, il potere talismanico del sigillo sarebbe neutralizzato. I suoi effetti sono più forti durante la notte che sotto i raggi del sole: conviene dunque portarlo con sé la sera.

 

1) per ottenere salute, onori e ricchezze

2) per avere obbedienza da tutti i demoni

3) per evitare la povertà

4) per cercare tesori nascosti

5) per avere ricchezze

6) per aumentare la veggenza

7) per salvaguardarsi dai pericoli mortali

 

Sigillo di Venere


Questo talismano dovrà essere fabbricato in rame di venerdì e avrà gli stessi tratti essenziali degli altri. Un poligono di 9 lati conterrà il quadrato magico del pianeta, che comprende 49 caselle e rappresenta il numero 175. Sull'altra faccia, porterà l'immagine di una donna coperta di veli con un liuto nella mano sinistra e la mano destra posata su un Cupido che lancia una freccia d'amore. Sulla testa della donna ci sarà una stella brillante e sul bordo superiore la parole Iside. L'avvolgerete in un tessuto verde fino a che Venere si trovi nel Toro, e la Luna sia entrata nel primo decano del Toro o della Vergine, altrimenti il suo valore sarebbe nullo. E' allora il momento di consacrarlo. Questo talismano può essere lasciato in qualsiasi luogo. È molto efficace per risolvere i problemi d'amore, apporta l'amicizia e la pace, la riconciliazione, la fine dei lunghi litigi, i ritrovamenti e il successo negli affari sentimentali. Accresce la sensibilità per percepire e apprezzare la musica.

 

1) per ricevere grazie, onori, ed esercitare ogni arte sotto il dominio di Venere

2) per favorire le operazioni d'amore

3) per fare innamorare un'altra persona

4) per fare innamorare una donna

Sigillo di Saturno


Lo realizzerete di sabato, con un foglio di piombo tagliato e lavorato come negli altri casi. Su una faccia, la medaglia porterà un poligono di nove lati, e all'interno il quadrato magico di Saturno che rappresenta il 15 ed è composto da nove caselle. Sull'altra faccia, un vecchio calvo, dalla lunga barba bianca, i piedi nudi, con indosso una tunica che gli copre il corpo e una spalla. Tiene in mano una falce e fa il gesto di mietere. È il simbolo del tempo. Vicino alla falce, una clessidra ad acqua o a sabbia. Come tutte le figure cabalistiche, anche questa porta una stella brillante e una parola talismanica: tifon. Una volta terminato, avvolgerete il talismano in biancheria femminile fino a che Saturno si trovi nel suo aspetto favorevole, quando la Luna entra nel primo decano del Capricorno. Allora potrete consacrarlo. Bisogna portarlo con sé o in borsa. Conviene soprattutto alle donne incinte, poichè assicura loro una gravidanza senza complicazioni e un parto facile e felice. È inoltre simbolo di prosperità, legato alla ricchezza improvvisa, al successo nel gioco d'azzardo, al pagamento di debiti sui quali non si contava più, alle eredità, a tutte le situazioni, insomma, che permettono di disporre di denaro inatteso.

1) per evocare gli spiriti di Saturno

2) per esercitare ogni arte sotto il dominio di Saturno

3) per fare invasare dai diavoli un'altra persona

4) per provocare terremoti

5) per operazioni di distruzione e di morte

6) per proteggersi contro la morte di sabato

7) per proteggersi contro l'arroganza degli spiriti

8) per evocare di notte gli spiriti di Saturno

segue TALISMANI
 


 torna a HOME PAGE


QUESTO SITO NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO
SENZA NESSUNA PERIODICITÀ, PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI
DELLA LEGGE N. 62 DEL 7.03.2001.

10/06/2011 scritto da BATENZO