Crea sito

PRONTOSOCCORSO

INDEX BAT-ENZO
2012
ASTRONOMIA
BENESSERE
CASA
MISTERIO

PROFEZIE
PRONTOSOCCORSO
SALUTE
SAPERE
SURVIVAL
VULCANOLOGIA
UFO




 




I DISTURBI CARDIACI

Il cuore è irrorato da arterie dette coronarie destra e sinistra.
In alcune condizioni patologiche questo flusso sanguigno può essere ridotto, o nei
casi estremi, interrompersi.

La diminuzione o l’arresto del flusso può essere provocato, o dalla presenza di placche
aterosclerotiche sulle pareti interne delle arterie che ne ostruiscono in parte, o
del tutto il calibro, o da spasmi della muscolatura arteriolare che impediscono, temporaneamente, il necessario apporto di ossigeno, al muscolo cardiaco.

ANGINA PECTORIS

Consiste in una riduzione del flusso sanguigno nelle arterie coronarie che insorge più
frequentemente, ma non solo, durante uno sforzo fisico, camminare, salire le scale,
o dopo un’emozione intensa.

Sintomi generali:

Il soggetto è costretto a fermarsi, avvertirà oppressione o vero dolore al petto, e porterà
la mano sullo sterno. Il dolore potrà essere irradiato al collo ed alle mandibole,
oltre che al braccio sinistro che potrà avvertire come dolente o “addormentato”. Il
respiro potrà essere superficiale.

Cosa fare

Fate sedere comodamente il soggetto, tranquillizzatelo e rassicuratelo.
Controllate la frequenza cardiaca, se avvertite un aumento ed una irregolarità del
battito, o se il dolore dovesse durare più di 5-10 minuti, chiamate il 118.
Tenetevi pronti per la rianimazione che, comunque, è raramente necessaria in caso
di angina pectoris.

INFARTO CARDIACO

L’infarto cardiaco consiste nella necrosi (morte) di una porzione più o meno estesa
del tessuto muscolare cardiaco (miocardio), causata dall’improvviso arresto nel flusso
sanguigno a valle del distretto interessato.

L’interruzione viene perlopiù generata da un trombo che ostruisce il ramo principale
dell’arteria coronaria. Se l’infarto è molto esteso o se colpisce zone particolari, può
sopraggiungere un arresto cardiaco con conseguente morte del soggetto.

Sintomi generali

Il dolore, come sede ed irradiazione, è simile a quello dell’angina ma si differenzia per
l’intensità e la durata che sono maggiori. Inoltre mentre il dolore anginoso insorge
generalmente sotto sforzo e migliora o scompare con il riposo, quello dell’infarto può
insorgere anche durante il riposo e non migliora con esso.

Il soggetto avverte una sensazione di morte imminente, il colorito è pallido cereo, le
labbra possono essere bluastre, il viso è ricoperto di sudorazione fredda, il polso è frequente, il respiro affannoso.

Cosa fare

Ponete il soggetto in posizione comoda, semiseduto, e con le gambe piegate;
mettete se possibile dei cuscini per sorreggere le spalle e la testa.
Rassicuratelo e chiamate il 118, o, se potete, fatelo chiamare da qualcun altro
per non lasciarlo da solo; perché il rischio che sopravvenga un arresto cardiaco è
molto alto.
Fate riferire sempre al soccorso che temete un infarto.
Controllare perciò sempre il polso e la respirazione e rianimare se necessario.

ARRESTO CARDIACO

Per arresto cardiaco s’intende l’arresto della funzione cardiaca con conseguente arresto
del flusso ematico a tutti gli organi ed apparati. Se questa condizione persiste
oltre un certo numero di minuti si hanno danni irreversibili in alcuni organi primo
fra tutti il sistema nervoso centrale, e successivamente la morte.

Sintomi generali

Il soggetto è incosciente, manca il polso, manca il respiro.
Il colorito è grigio-cianotico.

Cosa fare

Verificare l’assenza di polso (usare il carotideo), e di respiro.
Chiamare il soccorso 118
Iniziare il massaggio cardiaco e la respirazione artificiale alternati per sostenere il circolo
in particolare quello cerebrale.


torna a home page         torna a apparato cardiocircolatorio


QUESTO SITO NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA NESSUNA PERIODICITÀ, PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N. 62 DEL 7.03.2001.
QUESTO SITO NON E' STATO CREATO A SCOPO DI LUCRO O A SFONDO POLITICO .

02/02/2011 scritto da BATENZO