Crea sito

      SALUTE

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante.
Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.
I precedenti consigli, riconducibili a pratiche con scopi terapeutici, non assicurano alcun tipo di garanzia sul fatto che effettivamente queste terapie, sebbene riportate accuratamente, correttamente e senza contravvenire alla legge, possano sostituire l'intervento di un medico tradizionale.




AFTA

L'afta è una piccola erosione della mucosa orale dall'aspetto rotondeggiante, con dimensioni che variano da uno a più di dieci millimetri. Può comparire a tutte le età, ma è più frequente nei giovani tra i dieci e i vent'anni, più nelle donne che negli uomini

La localizzazione più frequente dell'afta è sulla mucosa interna di guance e labbra ma può presentarsi anche sulla lingua e sul palato.

Nel gergo comune è chiamata “fiacchetta” oppure “afta”, mentre nel linguaggio medico ulcera aftosa o stomatite aftosa.



AFTA singola o AFTE multiple

L'afta, pur essendo più frequente come lesione ulcerativa singola, può comparire anche in forma multipla, prendendo il nome di Stomatite Aftosa (o aftosica) Ricorrente. Questa particolare forma colpisce ambedue i sessi e, pur potendo presentarsi ad ogni età, si osserva più spesso nei bambini e nei giovani. Le lesioni ulcerative possono comparire in numero variabile da uno a sei. La stomatite aftosa è una specifica forma che si presenta con gonfiore, ulcere dolorose, da puntiformi fino al diametro di 2.5 cm, localizzate sulle labbra, guance, gengive, palato e pavimento del cavo orale. Esistono tre forme di stomatite aftosa ricorrente: minore, maggiore ed erpetiforme. La forma minore si presenta con piccole ulcere dolenti e recidivanti, rotonde e ben definite, con margini rilevati circondati da un alone arrossato e con una parte centrale necrotica poco profonda. La forma maggiore è simile alla minore ma le ulcere sono più grandi e profonde, spesso lasciano esiti cicatriziali e possono durare per settimane o mesi. La forma erpetiforme è la meno comune ed è caratterizzata da ulcere piccole e numerose.

cause

La causa delle afte rimane a tutt'oggi sconosciuta, è conosciuta, invece, l'esistenza di fattori che predispongono la loro comparsa come situazioni di deficit alimentari, in particolare di vitamina B12, Acido Folico, ferro, di stress, traumi locali, periodi mestruali, disfunzioni ormonali, turbe gastrointestinali, celiachia, uso di droghe, ecc....

Afte e sodio laurilsolfato

Va messo in evidenza che una sostanza tensioattiva, presente in dentifrici e collutori, oltre che saponi, per il suo effetto sgrassante e schiumogeno, il sodio laurilsolfato, può causare la formazione di afte orali e dermatiti. Alcuni studi scientifici hanno dimostrato che la somministrazione di un dentifricio senza sodiolaurilsolfato ha guarito la patologia nei soggetti affetti da ulcera aftosa ricorrente.

Sviluppo dell'afta tipica, sintomi e durata dell'ulcera

L'afta inizia come una piccola vescicola di pochi mm. che dopo 24-48 ore si rompe trasformandosi in una piccola erosione di colorito biancastro dai margini di colore rosso intenso che evolve allo stadio di ulcera diventando dolente e fastidiosa. L'ulcera tipica ha pertanto un aspetto rotondeggiante, un colore biancastro e presenta un alone periferico arrossato. La stimolazione meccanica o chimica dell'afta provoca un dolore urente, presente a volte anche spontaneamente. Il contatto con cibi caldi o piccanti, salati o acidi provoca una forte sensazione di bruciore che a volte condiziona l’alimentazione del paziente. L'afta singola generalmente guarisce spontaneamente, in 10/14 giorni, ma può ripresentarsi anche di frequente e presentare tempi di guarigione più lunghi, fino a 4 settimane.

cure e rimedi
La guarigione è in genere spontanea e la terapia causale non è conosciuta non essendo note
le cause specifiche di comparsa.
La cura dell'ulcera tipica dell'afta singola può giovarsi dell'applicazione topica di specifici prodotti a base di cortisone (Cortifluoral soluzione o Corti-fluoral, Aftab® - compresse adesive buccali o Topsyn® gel). Nei trattamenti locali delle afte hanno dato buoni risultati anche prodotti a base di Aloe vera
(Alovex® - in gel o dischetti bioaderenti).

Tra i rimedi che vengono proposti per l'afta ci sono le toccature con succo di limone, che pur stimolando al momento la sensazione di dolore ne accelerano la guarigione, gli sciacqui con te nero ecc..

Come possiamo allora aiutare la cicatrizzazione ed alleviare il dolore provocato dalle lesioni?

L’applicazione sulle ulcerette di una bustina bagnata di tè nero (grazie all’azione dell’acido tannico) può servire a rendere più rapida la guarigione. Un’altra manovra consiste nell’applicazione di spray a base di cortisone o soluzioni a base di sucralfato, mentre per ridurre il dolore risultano utili applicazioni di lidocaina, un anestetico per uso locale, in soluzione o pomate.

In commercio potete trovare anche paste protettive o piccoli cerotti a base di carbossimetilcellulosa che oltre a stimolare la guarigione e limitare il fastidio, creano una pellicola che impedisce l’irritazione delle ulcere da parte della saliva, dei denti, di protesi dentarie e da bevande o liquidi nel passaggio buccale.
Se compaiono grosse eruzioni aftose è possibile che siano accompagnate da febbre, malessere e ingrossamento dei linfonodi. In questi casi è consigliabile associare una terapia antibiotica per via generale e per sospensioni di tetraciclina (non consigliata sotto gli 8 anni d’età per problemi allo smalto dentario) che vanno tenute in bocca per qualche minuto, senza bisogno di essere ingerite.



Si consiglia sempre di parlarne al proprio medico curante .

torna a HOME PAGE 

QUESTO sito NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA NESSUNA PERIODICITÀ, PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA
LEGGE N. 62 DEL 7.03.2001.
L'AUTORE NON HA ALCUNA RESPONSABILITÀ PER QUANTO RIGUARDA gli articoli scritti che sono presi da altri blog o siti SITI da i QUALI  DECLINO OGNI RESPONSABILITÀ PER GLI EVENTUALI ERRORI ED INESATTEZZE RIPORTATI NEL sito E PER GLI EVENTUALI DANNI DA ESSI DERIVANTI

28/06/2011 scritto da BAT-ENZO