Crea sito

   


Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante.
Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.
I precedenti consigli, riconducibili a pratiche con scopi terapeutici, non assicurano alcun tipo di garanzia sul fatto che effettivamente queste terapie, sebbene riportate accuratamente, correttamente e senza contravvenire alla legge, possano sostituire l'intervento di un medico tradizionale.




DERMATITE SEBORROICA

La dermatite seborroica è una dermatite che colpisce principalmente zone come il cuoio capelluto, la faccia, il torace e il condotto uditivo. In particolare, le zone ricche di ghiandole sebacee della pelle hanno una maggiore probabilità di essere colpite. Può essere confusa e/o coesistere con la Rosacea.

Epidemiologia

Colpisce circa il 3-5% degli adolescenti: i picchi sono registrati durante l'età infantile, adolescenziale, e nella mezza età. Se la malattia inizia durante la fascia infantile o adolescenziale c'è il rischio che rimanga permanente a vita.

Eziologia

La causa di questa patologia non risulta essere ancora chiara: il fungo Malassezia furfur (formalmente conosciuto come Pityrosporum ovale) è presente in notevole quantità nelle zone colpite, si riscontra un incremento della moltiplicazione cellulare, la produzione di sebo non aumenta ma esso cambia di composizione, così da irritare il cuoio capelluto. Inoltre i capelli potrebbero diventare secchi, crespi, arruffati, non uniformi, e soprattutto molto oleosi.

La causa più accreditata tra i ricercatori è una elevata sensibilità del soggetto alla Malassezia furfur: se una persona si spazzola in continuazione i capelli, oppure li rovina, o "punzeccchia" con le dita o con piastre e prodotti c'è il rischio che la malattia arrivi.

Fattori sospettati di contribuire all'insorgere di tale patologia sono:

una predisposizione genetica
anomalie del sistema immunitario a livello della cute
fattori ambientali esterni (umidità, temperatura...)
esposizione a detergenti o agenti irritanti
condizioni ormonali
morbo di Parkinson
alterazioni dell'umore
malinconia
stress
ipertensione
accurato rovinamento dei capelli
toccarsi i capelli molto spesso con le mani non perfettamente pulite o comunque pulite
piastra
depressione

Clinica

La sua comparsa è caratterizzata da squame giallastre e untuose, associate a eritema e follicolite del cuoio capelluto, piccole croste e prurito, che non sempre è presente ma che in alcuni casi può risultare anche intenso.

Trattamento


Il trattamento raccomandato dai dermatologi è a base di creme e/o shampoo al ketoconazolo o emulsioni corticosteroidee. Lo zinco piritione, il solfuro di selenio e l'octopirox sono alla base di altri shampoo che possono dare un aiuto nel trattamento di questa patologia.

La caduta dei capelli nella dermatite seborroica è dovuta alla situazione di stress ossidativo presente a livello del bulbo pilifero. La caduta a cui si fa riferimento non è l'alopecia androgenetica, ma un effluvio causato da stress di diversa natura. Importante l'alimentazione: nel pesce azzurro sono presenti acidi polinsaturi della serie W3 come EPA e DHA; infatti in presenza di forme resistenti della dermatite seborroica si consiglia il consumo di fegato e cuore.

Inoltre è consigliabile di cercare di non "frugare" e "scompigliarsi" o "appiattire" i capelli. (Solo per primo livello di DS).

Si consiglia sempre di parlarne al proprio medico curante .

torna a HOME PAGE        


QUESTO sito NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA NESSUNA PERIODICITÀ, PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA
LEGGE N. 62 DEL 7.03.2001.
L'AUTORE NON HA ALCUNA RESPONSABILITÀ PER QUANTO RIGUARDA gli articoli scritti che sono presi da altri blog o siti SITI da i QUALI  DECLINO OGNI RESPONSABILITÀ PER GLI EVENTUALI ERRORI ED INESATTEZZE RIPORTATI NEL sito E PER GLI EVENTUALI DANNI DA ESSI DERIVANTI

04/05/2011 scritto da BAT-ENZO