Crea sito

              


Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante.
Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.
I precedenti consigli, riconducibili a pratiche con scopi terapeutici, non assicurano alcun tipo di garanzia sul fatto che effettivamente queste terapie, sebbene riportate accuratamente, correttamente e senza contravvenire alla legge, possano sostituire l'intervento di un medico tradizionale.




DISSEZIONE AORTICA


Scollamento della tonacaintima dell'aorta che provoca una via di flusso sanguigno fra questa e le altre tonache di rivestimento del vaso arterioso che porta alla rottura della parete aortica.. È un problema che se non viene trattato tempestivamente è nella stragrande maggioranza dei casi mortale.

La dissezione o dissecazione aortica è una malattia vascolare relativamente rara gravata da una alta mortalità se non trattata con chirurgia d'urgenza.
È caratterizzata dallo slaminamento della tonaca media del vaso con formazione di un secondo lume detto "falso lume".

Tipologia
La classificazione avviene secondo il luogo dell'aorta dove si manifesta tale patologia (aorta ascendente o quella discendente) le tre classificazioni attuali effettuano tale distinzione (se la zona ascendente è interessata o meno)

DeBakey
Tipo I – nasce nell'aorta ascendente e si estende
Tipo II – confinato nell'aorta ascendente
Tipo IIIa – confinato all'aorta discendente
Tipo IIIb - nasce dall'aorta discendente e si estende
Stanford
Tipo A – se coinvolge l'aorta ascendente
Tipo B – se non coinvolge l'aorta ascendente
Descrittivo
Prossimale – Tipo I e II di DeBakey e Tipo A di Stanford
Distale - Tipo III DeBakey e Tipo B di Stanford
Circa il 70% delle dissecazioni avviene nel tratto ascendente, che è anche il punto più pericoloso per la sopravvivenza del paziente.

Sintomatologia
Grazie al lavoro svolto da Slater e DeSanctis e da Spittel, possiamo distinguere numerosi sintomi quali dolore, insufficienza cardiaca congestizia, sincope, paraplegia, tamponamento cardiaco. Il dolore si localizza in sede precordiale, (entrando in diagnosi differenziale con l'infarto del miocardio), o più frequentemente in sede interscapolare.
La sintomatologia è caratterizzata da dolore acuto ed improvviso, in pieno benessere, cosiddetto "a colpo di pugnale", che si estende all'estendersi della dissezione (dolore toracico "migrante"), stato di shock.

Eziologia
Le cause possono essere diverse, ma tutte riconducibili alla rottura dei vasi all'interno della tonaca media dell'aorta, riscontrabili anche in sindromi come quella di Marfan e Ehlers-Danlos, Noonan, Turner, anomalie congenite cardiovascolari, infiammazioni, gravidanza, traumi, ulcerazioni aterosclerotiche, abuso di cocaina o iatrogena per interventi chirurgici o cateterismo.

Fattori di rischio
Le persone che hanno una valvola aortica bicuspide sono soggette più facilmente alla dissecazione, altro fattore di rischio è l'aneurisma dell'aorta toracica ascendente, proprio il luogo più pericoloso per la nascita della dissecazione.

Cause di morte
La morte sopraggiunge per shock in seguito a rottura dell'aorta e grave emorragia interna.

In fase precoce, per la DA di tipo A, se non viene prontamente trattata le morti possono arrivare all'1% per il trascorrere di ogni ora.

Diagnostica
Radiografia del torace, dal quale si possono desumere alcuni segni di dissecazione
Elettrocardiogramma (ECG), che non possiede aspetti caratteristici
Tomografia computerizzata con mezzo di contrasto
Risonanza magnetica,
Ecocardiografia, è una delle tecniche diagnostiche più utilizzate in caso di dissecazione aortica.
Si può infatti osservare un flap intimale flottante nel lume aortico, ma si deve usare più di una proiezione per essere certi che non sia un riverbero (o altri similari).

Terapie
Il trattamento iniziale deve tendere ad arrestare la progressione dell'ematoma dissecante. Utili quindi betabloccanti, tipo il labetalolo o l'esmololo. Il trattamento chirurgico d'emergenza è l'unica terapia risolutiva.

Solo la dissezione dell'aorta distale asintomatica può non essere trattata chirurgicamente ma farmacologicamente,la dissezione della aorta ascendente viene sempre sottoposta ad intervento chirurgico. A lungo termine il trattamento farmacologico si basa sull'uso dei beta bloccanti ed ace inibitori, in quanto la pressione del soggetto deve sempre essere ben monitorata e curata.

Si consiglia sempre di parlarne al proprio medico curante .

torna a HOME PAGE        


QUESTO sito NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA NESSUNA PERIODICITÀ, PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA
LEGGE N. 62 DEL 7.03.2001.
L'AUTORE NON HA ALCUNA RESPONSABILITÀ PER QUANTO RIGUARDA gli articoli scritti che sono presi da altri blog o siti SITI da i QUALI  DECLINO OGNI RESPONSABILITÀ PER GLI EVENTUALI ERRORI ED INESATTEZZE RIPORTATI NEL sito E PER GLI EVENTUALI DANNI DA ESSI DERIVANTI

11/05/2011 scritto da BAT-ENZO