Crea sito





  

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante.
Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.
I precedenti consigli, riconducibili a pratiche con scopi terapeutici, non assicurano alcun tipo di garanzia sul fatto che effettivamente queste terapie, sebbene riportate accuratamente, correttamente e senza contravvenire alla legge, possano sostituire l'intervento di un medico tradizionale.



Verruche: virus, foto, cura

Introduzione
Molti di noi hanno avuto una verruca in qualche parte del corpo in passato: le verruche sono piuttosto fastidiose, ma per la maggior parte sono inoffensive e scompaiono da sole, senza alcun trattamento.

Più frequenti tra i bambini che tra gli adulti, le verruche di solito non sono dolorose, a meno che si trovino sulle piante dei piedi o in un’altra parte del corpo sottoposta a urti e contatti continui.

I bambini possono essere contagiati dall’HPV (e quindi dalle verruche) se toccano qualcosa che è stato prima usato da qualcuno affetto da verruche, come gli asciugamani o superfici infette: i bambini che di solito si mangiucchiano le unghie o le pellicine tendono a essere colpiti dalle verruche più spesso rispetto ai loro coetanei che non hanno quest’abitudine, perché espongono aree di pelle meno protette e creano zone aperte alla penetrazione del virus che provoca la verruca.

Tra i diversi tipi di verruche distinguiamo:

Verruche comuni. Evidenziabile di solito sulle dita, sulle mani, sulle ginocchia e sui gomiti, la verruca comune è una piccola escrescenza dura, di forma arrotondata e solitamente di colore grigiastro marroncino. Ha una superficie ruvida che assomiglia vagamente al cavolfiore e al suo interno presenta dei puntini neri.
Verruche piane. Di solito sono della grandezza di una capocchia di spillo; sono più lisce rispetto agli altri tipi di verruche e la loro sommità è piatta. Le verruche piane possono essere di colore rosa, marroncino o giallastro. Nella maggior parte dei bambini che ne sono colpiti le verruche piane compaiono sul viso, ma possono anche manifestarsi sulle braccia, sulle ginocchia o sulle mani e possono comparire a grappoli.
Verruche plantari. Compaiono sulla pianta del piede e possono essere estremamente fastidiose, proprio come se si camminasse su una pietruzza.
Verruche filiformi. Hanno una forma allungata, di solito sono dello stesso colore della pelle e spesso si formano all’interno o nelle vicinanze della bocca, degli occhi o del naso.
A volte le verruche sono sessualmente trasmissibili e appaiono nella zona genitale (condilomi acuminati), ma la maggior parte di esse compare sulle dita, sulle mani e sui piedi.

Foto

     
     


Le verruche sono infezioni della pelle causate da virus della famiglia del papilloma virus umano (HPV). Possono colpire qualsiasi parte del corpo, ma tendono ad invadere le aree calde e umide, come i taglietti od i graffi sulle dita di mani e piedi.

Trasmissione

Il semplice contatto con una verruca di qualcun altro non garantisce automaticamente che anche voi contrarrete l’infezione. In realtà però i virus che causano le verruche si trasferiscono proprio da persona a persona tramite il contatto fisico ravvicinato o tramite il contatto con una superficie toccata dalla persona infetta, come il tappetino per la doccia o il pavimento della doccia.

E’ invece priva di fondamento l’idea che tenendo in mano una rana o un rospo si contragga una verruca.

Un taglietto o un graffio può rendere qualsiasi area della pelle più vulnerabile alle verruche ed anche pizzicare una verruca può far diffondere l’infezione in altre parti del corpo.

La lunghezza del periodo che trascorre tra l’esposizione al virus che la provoca e la comparsa della verruca è variabile. Le verruche possono crescere molto lentamente e, in alcuni casi, possono impiegare settimane o ancor più tempo a svilupparsi.

Cura e terapia
Le verruche di solito non causano alcun problema, quindi non sempre è necessario asportarle.

Senza alcuna cura, una verruca può impiegare da 6 mesi a 2 anni per scomparire completamente.
Il medico potrebbe decidere di asportare una verruca se causa dolore o interferisce con la normale attività a causa del fastidio che provoca. Esistono diversi metodi per asportare le verruche, come ad esempio:

farmaci con o senza obbligo di ricetta da applicare sulla verruca,
bruciare la verruca usando una lieve scossa elettrica (elettrocoagulazione),
congelare la verruca con l’azoto liquido (questa procedura prende il nome di crioterapia),
usare la terapia laser (con le verruche più ostinate).
Sembra tuttavia che nessun trattamento abbia una probabilità di successo superiore al 70% circa.

La verruca potrebbe scomparire entro alcuni giorni dall’inizio della terapia medica, oppure potrebbero essere necessarie diverse sedute di terapia; di norma non si asportano le verruche chirurgicamente perché l’intervento potrebbe lasciare delle cicatrici e la verruca potrebbe ripresentarsi.

Se il paziente è adolescente o più grande ed ha una verruca piccola su una zona non particolarmente delicata (su un dito, per esempio), chiedete al medico od al farmacista se sia opportuno usare un medicinale da banco per rimuovere la verruca. Questa cura può impiegare diverse settimane o mesi prima di dare risultati apprezzabili, ma alla fine la verruca dovrebbe staccarsi da sola dalla pelle sana. I farmaci contro le verruche contengono sostanze chimiche pericolose e dovrebbero essere usati con cautela, perché possono anche ustionare le aree di pelle sana.

Chiedete al vostro medico prima di usare un qualsiasi farmaco da banco contro le verruche sul viso o nella zona genitale.

E’ poi importante:

Ammorbidire la verruca in acqua tiepida e rimuovere la pelle morta sulla superficie della verruca con una limetta (da non usare mai per le unghie) prima di applicare la medicina.
Fare attenzione a non passare la limetta direttamente sulla verruca.
Tenere la verruca coperta mentre la medicina fa effetto.
E’ infine consigliabile non grattarla, graffiarla o pizzicarla, per evitare di diffondere il virus in un’altra parte del corpo o farla infettare.

Non ha fondamenta la credenza popolare che la verruca abbia una radice da rimuovere, in quanto non penetra in profondità, ma si limita ai primi strati della pelle.

Prevenzione
Non esiste un modo sicuro per prevenire le verruche, ma è sempre buona norma lavarsi le mani e la pelle regolarmente ed accuratamente. In caso di tagli o graffi usate acqua e sapone per pulire la zona e poi disinfettate bene la ferita, perché piccole ulcerazioni aperte della pelle sono zone maggiormente a rischio per le verruche e le altre infezioni.

È poi buona norma indossare sandali impermeabili o di gomma negli spogliatoi, nelle docce ed in piscina (in questo modo potrete proteggervi contro le verruche plantari e le altre infezioni come il piede d’atleta).

Quando chiamare il medico
Prima di tentare di rimuovere una verruca con un farmaco autonomamente, chiamate il medico se:

il paziente che ha una verruca in qualsiasi zona del corpo è un neonato o è davvero molto piccolo,
il paziente ha una verruca sul viso, nell’area genitale o nel retto.
Chiamate il dottore se la verruca, o la pelle circostante, ha queste caratteristiche:

fa male,
è rossa,
sanguina,
è gonfia,
trasuda pus.
Anche se possono causare fastidio, le verruche sono molto comuni nell’infanzia e difficilmente provocano problemi gravi.

Si consiglia sempre di parlarne al proprio medico curante .

TORNA A HOME PAGE

QUESTO sito NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA NESSUNA PERIODICITÀ, PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N. 62 DEL 7.03.2001.
L'AUTORE NON HA ALCUNA RESPONSABILITÀ PER QUANTO RIGUARDA gli articoli scritti che sono presi da altri blog o siti SITI da i QUALI  DECLINO OGNI RESPONSABILITÀ PER GLI EVENTUALI ERRORI ED INESATTEZZE RIPORTATI NEL sito E PER GLI EVENTUALI DANNI DA ESSI DERIVANTI

24/03/2011 scritto da BAT-ENZO