Crea sito

SAPERE


INDEX BAT-ENZO
2012
ASTRONOMIA
BENESSERE
CASA
MISTERIO

PROFEZIE
PRONTOSOCCORSO
SAPERE
SALUTE

SURVIVAL
VULCANOLOGIA
UFO
 







 
17 novembre 2010

Il 2012 e la crisi economica che piegherà le ginocchia

I debiti pubblici dei grandi Paesi sono in aumento.

La situazione sta diventando critica.

Cosa è successo e cosa succederà, con linguaggio semplice: nel 2008 in America i prezzi delle materie prime sono aumentati (come nel resto del mondo), ma allo stesso tempo le grandi banche e istituti finanziari Usa hanno dichiarato fallimento - come la Lehman Brothers - o hanno rischiato la chiusura, in seguito all'ingordigia delle stesse banche che avevano venduto "prodotti finanziari spazzatura" (i "derivati" e "mutui subprime") succhiando il sangue dei risparmiatori, soprattutto nel campo immobiliare.

Quando il comune cittadino non ha potuto più pagare le rate per la casa, ad esempio, le banche hanno piegato le ginocchia. In pochi si sono arricchiti, in molti hanno iniziato a impoverirsi.


La banche americane sono state salvate dall'intervento governativo, altrimenti sarebbe scoppiata una rivolta mondiale. Ma in questo modo il debito delle banche è stato trasferito allo Stato. In Europa l'effetto della crisi ha messo in ginocchia altre banche e dunque l'intero sistema economico.

Paesi come la Grecia, già fragile e con un alto debito pubblico, hanno rischiato il default e l'Europa ha teso la mano per non innescare una rivolta europea. Ma intanto, anche in questo caso, il debito è stato trasferito agli Stati partner.

La situazione ora è fragilissima. Oggi arriva la notizia che l'ufficio statistico dell'UE segnala l'aumento del deficit pubblico dei paesi europei. Italia e Grecia sono messe malissimo.

Nel nostro Paese il debito pubblico è arrivato a 1844,817 miliardi di euro.


Nel 2012 scadono in America derivati finanziari per un importo superiore di tre volte rispetto a quelli che scadevano nel 2008. Gli economisti la chiamano "l'Armageddon finanziaria". Lo sapevate? Ve lo ha detto qualcuno?

Dunque preparatevi.

Non so se le profezie Maya si possano avverare, ma importa poco. La società umana è alle soglie di una grave crisi collettiva e il tracollo economico è solo uno degli effetti dell'arroganza e tracotanza che ha governato l'umanità negli ultimi decenni.

Crisi economica significa ginocchia piegate e più umiltà. Ma c'è anche la crisi ambientale e la trasformazione dell'ecosistema che darà un altro colpo alla presunzione di onnipotenza.
Sono fatti. Li abbiamo di fronte ai nostri occhi e basta solo guardare

torna a home page


QUESTO sito NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO
SENZA NESSUNA PERIODICITÀ, PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI
DELLA LEGGE N. 62 DEL 7.03.2001.
Questo sito non è stato creato a scopo di lucro o politico.

08/02/2011 scritto da BATENZO