Crea sito

SAPERE





L'esplosione della piattaforma petrolifera "prevista" nel film Knowing (2009)



Nel recente film "Knowing" del 2009 è presente una scena in cui un uomo guarda un notiziario televisivo che informa ... sull'esplosione di una piattaforma petrolifera in Messico!

Come è possibile che un film di appena un anno fa "preveda" quanto è accaduto? Solo coincidenze? Difficile da credersi visto che le coincidenze sono troppe: la piattaforma che esplode, il luogo preciso, la data così ravvicinata: nel film viene descritto esattamente quello che è successo il 20 aprile 2010, un anno dopo! Ciò avvalora i sospetti espressi nel recente articolo golfo del messico tra disastri procurati e atomiche salvifiche.



E guardate adesso il logo della summit entertainment che ha realizzato il film. Guardate bene dal ventesimo secondo del filmato in poi: una coppia di montagne (ma che assomigliano un po' a delle piramidi) il cui profilo si trasforma in una sorta di disegno stilizzato di un gabbiano che si libra nel cielo. Tutto normale? No, perchè tale disegno è in bianco su sfondo azzurro ed ha le stesse precise caratteristiche delle scie chimiche che sfregiano di continuo i nostri cieli (la solita pubblicità subliminale).

Questa strana "coincidenza" messa assieme a tutte le altre già notate nell'articolo sulla sospetta esplosione vulcanica in islanda tra i recenti eventi di importanza planetaria (dalla distruzione delle torri gemelle all'implementazione della modificazione climatica su scala planetaria, passando per l'eruzione del vulcano e la gigantesca onda anomala dello tsunami del 26/12/2004) e le figure del gioco illuminati card. lasciano ben poco spazio all'ipotesi della coincidenze casuali.

   

Difficile al momento verificare se sono corrette le ipotesi portate vanti dal sito www.whatdoesitmean.com (dove si riferisce di un sottomarino coreano che avrebbe intenzionalmente attaccato la piattaforma); personalmente diffido di molte cose scritte su quel sito ma al momento non si può escludere niente. Del resto tra i leader mondiali c'è chi ha confessato apertamente che le crisi e le pandemie sono degli ottimi mezzi per arrivare ad un governo mondiale e chi ha pubblicamente dichiarato che molte delle sciagure più recenti sono state in fin dei conti delle grandi opportunità.

Le informazioni dei mass media per adesso ci mostrano come l'azienda petrolifera responsabile del disastro avrebbe corrotto funzionari governativi per avere la possibilità di attuare quelle perforazioni tremendamente rischiose che nessuno avrebbe mai dovuto avallare. Ciò non toglie che le diatribe sulle responsabilità dell'incidente potrebbero in realtà nascondere il fatto che non si tratti di un vero incidente, ma di un progetto terroristico accuratamente pianificato dalle élite globali come molti altri dall'11 settembre in poi.

Per altro come interpretare il fatto che la sostanza chimica utilizzata per ripulire le acque dal petrolio fosse altamente tossica e che adesso (lo rivela il Washington Post) l'agenzia per l'ambiente americana (Epa) ha ordinato il ritiro istantaneo di questa sostanza chimica perché giudicata altamente tossica. Un cambio di decisione che lascia di stucco: fino a poche settimane era stata l’Epa stessa a dare il suo consenso per l’impiego del disperdente. Da notare in effetti che la sostanza usata in Gran Bretagna, ben 10 anni fa, non aveva superato il test di tossicità.

Come è stato allora possibile compiere questo ulteriore scempio nello scempio? Errori, confusioni, distrazioni così colossali in una situazione simile sono impensabili (ci hanno provato pure con le versioni ufficiali sull'11 settembre a farci credere che i terroristi non sono stati bloccati a causa della "sfortunata concomitanza" di errori umani), per cui viene di pensare ad un ulteriore tentativo intenzionale di avvelenamento, compiuto dalle stesse istituzioni (agenzia per l'ambiente) che nascondono quotidianamente ai propri concittadini le prove delle scie chimiche.
 

Viviamo tempi eccezionali in cui si susseguono terremoti, uragani, attentati, guerre, e disastri di ogni genere, mentre il cielo azzurro è ormai un pallido ricordo a causa dell'azione continua di avvelenamento intenzionale portata avanti in maniera concorde da tutti i governi di questo pianeta (che ha come scopo anche quello del controllo mentale) , e contemporaneamente tutti i governi mondiali (con l'eccezione di quello polacco, non a caso decapitato in un recente "attentato") lanciano campagne di avvelenamento dei loro cittadini camuffate da prevenzione vaccinale.

La situazione è veramente tragica, e siamo ormai sull'orlo di un baratro, c'è qualcuno che preme sull'acceleratore per generare crisi economiche, diffondere intenzionalmente agenti infettivi e veleni. Evidentemente i nostri leader mondiali sono messi alle strette da qualcosa che potrebbe da un momento all'altro far vacillare il loro tirannico dominio, e per cautelarsi vogliono realizzare al più presto il Nuovo Ordine Mondiale.

Difficile capire con certezza cosa o chi stia minacciando quei criminali che governano il mondo, anche se riflettendo sulle molte menzogne del sistema di potere e della cultura ufficiale si può avere un'idea dei motivi per cui tutto ciò sta succedendo, e di chi manovri dietro il sipario, costringendo i nostri psicopatici governanti ad avvelenare l'aria che loro stessi respirano, a violentare la terra sulla quale cammineranno i loro stessi figli e nipoti.

 

  Knowing (segnali dal futuro) un film sulle premonizioni che prevede il disastro nel golfo del Messico: come fare a credere alle coincidenze?

 Come abbiamo visto negli articoli precedenti, la recente esplosione della piattaforma petrolifera nel Golfo del Messico è stata prevista esattamente nel film Knowing (ovvero in italiano "Segnali dal futuro") ed in più ci sono altre inquietanti coincidenze che fanno ulteriormente sospettare che la tragedia ecologica sia stata pianificata dalle élite criminali che governano occultamente il nostro pianeta.

Se il recente disastro ecologico nel golfo del Messico fosse stato intenzionalmente pianificato ci sarebbe da aspettarsi che i piani di contenimento più "dolci" non funzionino, che il disastro si aggravi e che eventualmente venga risolto (non senza gravi danni collaterali) dall'esplosione di un'ordigno nucleare.


Le notizie più recenti purtroppo ci confermano che il progetto Top kill non ha funzionato e che ci sono rischi crescenti per la salute pubblica (vedi l'articolo del New York Times sul fallimento di Top kill, la notizia della Reuters sui danni all'attività di pesca, l'articolo del Guardian sui rischi per la salute pubblica, e la notizia dell'Associated press riportata su un articolo dell'Houstono Chronicle riguardo al ricovero in ospedale di sette uomini che partecipavano alla lotta contro la marea nera).

Da notare per altro che il massiccio uso di disperdenti chimici non serve ad eliminare il petrolio o a facilitarne l'eliminazione ma a frammentare la marea nera in minuscole goccioline, a distribuirlo su un volume d'acqua più vasto ed evitare che l'impatto sulle coste sia drammatico. In ogni caso quindi, anche se tale fine si riuscisse a raggiungere, l'uso di tali prodotti aggiunge sicuramente danno al danno.


Come scrive Tom Bosco in un suo recente articolo:

la quantità di petrolio che fuoriesce dalla falla è abnorme, al punto che più che di falla si potrebbe ormai parlare di un piccolo vulcano di petrolio sottomarino; qualcuno, ricordando come il disastro della Exxon Valdez era finora considerato il peggiore della storia, fa notare come nell'area fuoriesce una quantità di petrolio pari a quella della superpetroliera affondata in Alaska ogni quattro giorni; l'enorme quantitativo di un solvente estremamente tossico, il Corexit 9527, utilizzato dalla BP (si parla di almeno 800.000 galloni, ma ritengo sia una stima per difetto), sta "sciogliendo" le chiazze di petrolio in superficie creando nel contempo enormi "nuvole" di idrocarburi e solventi in sospensione sotto il mare per decine di metri, distruggendo letteralmente tutto ciò che vive là sotto.

 I solventi e gli aromatici degli idrocarburi, estremamente volatili, sono destinati a entrare nel ciclo meteorologico delle precipitazioni piovose che interesseranno il continente americano, con conseguenze inimmaginabili per gli esseri umani, gli animali, le piante, la catena alimentare, le falde idriche... in Florida già si segnalano piogge contenenti petrolio, e si sta avvicinando la stagione degli uragani. E volete sapere cosa ha dichiarato uno degli esperti petroliferi della BP che stanno cercando senza alcun successo di tappare la falla? Secondo lui, "la cosa migliore da fare" sarebbe inserire una piccola bomba nucleare nel pozzo in questione e farla detonare per sigillarlo!

E intanto, come documentato da questa foto diffusa dalla NASA, il petrolio sta entrando nel ciclo della Corrente del Golfo e quindi si farà un bel giro nell'Atlantico...

Adesso ci concentriamo su alcune ulteriori coincidenze relative al film, all'azienda cinematografica che lo ha realizzato, ed alle strategie messe in opera dai nostri governanti.


Iniziamo col sito che pubblicizza il film, il sito italiano ufficiale della eaglepictures, che come tutte la grandi aziende che lavorano nel mondo dello spettacolo è legata a doppio filo al potere, è espressione di tale potere, e di tale potere è mezzo occulto di persuasione. Altrimenti perchè mai un sito di un'azienda cinematografica dovrebbe tanto impegnarsi per diffondere menzogne sugli attentati dell'11 settembre difendendo le indifendibili tesi governative?


Qui sopra uno screenshot del sito dedicato al film Segnali dal futuro con in bella evidenza le solite trite argomentazioni denigratorie nei confronti di chi denuncia la verità. Da notare in tale breve articoletto l'assenza di alcun link esterno che permetta al lettore di verificare subito in prima persona l'eventuale validità o vacuità delle argomentazioni di chi denuncia le responsabilità governative nell'attentato dell'11 settembre, perchè se qualcuno leggesse per davvero cosa diciamo capirebbe da che parte sta la verità.

Le nostre argomentazioni vengono banalizzate, vengono esposte in maniera troppo succinta perchè se ne comprenda appieno la fondatezza, vengono ridicolizzate con l'uso di aggettivi più che di ragionamenti, ed ovviamente si mira a screditare ed offendere l'autore di una denuncia piuttosto che ad analizzarla seriamente le sue argomentazioni.


Qui sopra a ulteriore conferma un altro screenshot sempre dalla stessa pagina in cui sono evidenziati i nomi di alcuni noti disinformatori di professione e di specialisti del doppio gioco (si nominano i falsi antagonisti per evitare che si conoscano i veri oppositori del sistema di potere).


Continuiamo adesso con la trama del film stesso: il film nel quale è presente una evidente premonizione del disastro recentemente accaduto è un film che tratta ... delle premonizioni!

Leggiamo infatti da una recensione on line sul sito mymovies.it
che,
Il professore di astrofisica John Koestler non crede nel destino ma le sue convinzioni vengono scosse quando il figlio entra in possesso di un documento scritto 50 anni prima da una bambina della sua stessa scuola. Sul foglio sono indicati solo numeri uno dopo l'altro, numeri che l'occhio allenato dello scienziato comincia a decifrare per caso scoprendo che indicano giorno e numero di vittime dei principali disastri dell'ultimo mezzo secolo e di alcuni che devono ancora verificarsi.

Le coincidenze già notate nell'articolo precedente divengono impressionanti quando aggiungiamo che la premonizione della recente tragedia ecologica sia stata inserita proprio in un film sulle premonizioni. Coincidenze casuali? Leviamocelo dalla testa.


Da notare altresì che nella tram del film vengono svelate le indicazioni di tre catastrofi epocali ancora da verificarsi, l'ultima della quale sarà un evento apocalittico con distruzione del nostro pianeta e salvataggio da parte di alieni (buoni sì, ma non troppo, visto che potevano fare molto di più o darsi da fare con un po' di anticipo) di pochi esseri umani per permettere la sopravvivenza della nostra razza.

Il film che ha celato la premonizione del tragico evento del golfo del Messico nasconde la previsione anche di altri eventi pianificati dalle élite occulte che ci governano?

Ad esempio la previsione del disastro aereo nel film può adombrare la decapitazione del governo polacco tramite un finto incidente? Difficile a dirsi. E la previsione di un'eruzione solare che brucia la terra può anch'essa adombrare un evento futuro?

A tal proposito ricordiamo che il rinomato fisico Michio Kaku avvisa che le previsioni sul prossimo massimo solare sono state sottostimate di un fattore 20 e potrebbe quindi accadere qualcosa di molto pericoloso anche per i satelliti e le comunicazioni; egli consiglia perciò di non sottovalutare la questione e unire gli sforzi per prendere precauzioni (vedi anche a tal proposito la sua intervista su Fox News).

Siccome però non ci fidiamo tropo della scienza ufficiale, nonostante tutto il nostro rispetto per il brillante ingegno di Kaku e siccome questo unire gli sforzi internazionali per combattere un problema globale puzza un pochino di Nuovo Ordine Mondiale, c'è il sospetto che nel film si accenni al prossimo massimo solare per ben altri fini (un altro spauracchio per accelerare l'avvento del governo mondiale secondo il classico schema problema-reazione-soluzione?).


Da notare tra l'altro che questa storia del massimo solare potrebbe servire a giustificare agli occhi di qualcuno l'utilizzo delle scie chimiche come rimedio per mettere al riparo i nostri sistemi informatici e di comunicazione da tale pericoloso evento. Si tratta del progetto SRM (Solar Radiation Management) connesso alle operazioni di geoingegneria.

Praticamente l'attività di irrorazione di particelle metalliche in atmosfera servirebbe tra gli altri scopi a creare una sorta di Gabbia di Faraday contro le tempeste magnetiche per proteggere le sempre più sofisticate tecnologie a semiconduttori, su cui si basa ormai un po' tutta la tecnologia civile e, ricordiamolo bene, anche militare. Dopo avere visto una scia chimica passare a meno di mille metri sopra la mia scuola pochi minuti dopo il suono dell'ultima campana, quando quindi centinaia di studenti si trovavano raggruppati sul piazzale antistante alla scuola, non mi resta alcun dubbio sul fatto che uno degli obiettivi prioritari delle scie chimiche sia quello di avvelenare le persone, che si tratti di una tecnologia essenzialmente anti-umana finalizzata anche alla realizzazione del controllo mentale.

Che le scie possano essere utilizzate anche per altri scopi è facile da immaginarsi, ma che servano realmente come attività clandestina per la realizzazione di un fine benefico si tratta di una patetica scusa che può essere buona per abbindolare alcune personalità nel settore governativo e militare ed ottenerne la collaborazione.


In realtà la previsione di un evento critico per il nostro pianeta e tutti i suoi abitanti è facile da fare, e non necessariamente sarà un singolo evento, dal momento che le continue e sempre più massicce irrorazioni criminali per mezzo degli aerei della morte stanno causando un disastro ecologico epocale; quando vediamo giorno dopo giorno il cielo sempre più bianco a causa del passaggio incessante di aerei con tossiche scie al seguito c'è poco da ben sperare per il prossimo futuro.

Man mano che ci avviciniamo alla fatidica data del 2012 le élite criminali che ci governano schiacciano il pedale sull'acceleratore per la realizzazione del Nuovo Ordine Mondiale e la creazione di crisi economiche, inondazioni, disastri ecologici, uragani, terremoti, guerre, atti terroristici può servire poi allo scopo di dichiarare la legge marziale, imporre un governo dittatoriale, ingenerare nell'opinione pubblica l'idea che sia necessario un governo globale per rispondere a crisi politiche, economiche ed ecologiche altrettanto globali.

Non ci è dato sapere con certezza cosa ci riserva il nostro futuro, ma è probabile che dietro l'angolo ci sia, dopo un periodo durissimo da affrontare, la liberazione da questi manigoldi psicopatici che hanno venduto l'anima al diavolo e che giocano con la nostra vita: il loro potere evidentemente sta iniziando a traballare a causa di eventi cosmici e/o esopolitici.

Resta da capire perchè mai le élite occulte rilascino rivelazioni come quelle nascoste nel film Segnali dal futuro o nelle Illuminati cards game, ma si possono solo avanzare delle ipotesi. Una è che, essendo ancora pochissime le persone risvegliate che hanno compreso il loro crudele gioco essi si possono permettere di inserire questi segnali indirizzati non alle masse acefale, ma a noi che guardiamo in faccia alla realtà. Lo scopo? Farci credere che la storia è da sempre stata scritta da loro e così sarà anche in futuro. Questo sfoggio di potenza e di presunzione potrebbe servire a ingenerare in chi è a conoscenza dei progetti del Nuovo Ordine Mondiale un senso di totale impotenza nel verificare che tutto quanto essi hanno previsto ed accuratamente pianificato con anni di anticipo si è finora verificato puntualmente.

In effetti molte persone messe a conoscenza del fenomeno delle scie chimiche pur non potendo negarle, preferiscono distogliere gli occhi per evitare di angosciarsi, rimandando così la manifestazione dell'angoscia al momento nel quale il danno sarà così grande che nessun intervento umano potrebbe più rimediare.

TORNA A HOME PAGE

QUESTO sito NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA NESSUNA PERIODICITÀ, PERTANTO, NON PUÒ
CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N. 62 DEL 7.03.2001.
Questo sito non è stato creato a scopo di lucro o politico.

08/02/2011 scritto da BATENZO