Crea sito


      
    
vulcanologia




ISOLA FERDINANDEA  e PANTELLERIA
 


Ferdinandea

L'Isola Ferdinandea, conosciuta attualmente anche come "Banco Graham", è una vasta piattaforma rocciosa situata a circa 6 metri dalla superficie marina tra Sciacca e l'isola di Pantelleria. Essa costituisce la bocca di un vulcano sommerso che eruttando, nel 1831, si innalzò dall'acqua formando l'isola, la quale crebbe fino ad una superficie di circa 4 km² e 65 m di altezza.

Tuttavia essa era composta prevalentemente da tefrite, materiale roccioso eruttivo facilmente erodibile dall'azione delle onde. A conclusione dell'episodio eruttivo si verificò una rapida subsidenza e l'isola scomparve definitivamente sotto le onde nel gennaio del 1832, ponendo fine temporaneamente al problema sorto circa la sua sovranità

E' oggi caratterizzata da attività di vulcanismo cosiddetto secondario: con emissione di gas e anidride carbonica, e sorgenti termali.
Mentre si trovava sopra il livello del mare, l'isola si presentava con una forma conica per via della sua attività vulcanica; proprio a causa di quest'ultima la sua superficie era esclusivamente rocciosa e formata interamente da materiale residuo delle varie eruzioni, come la tefra già citata prima.

Altra conseguenza del vulcanesimo furono due laghetti sulfurei costantemente in ebollizione, situati all'esterno del vulcano; essi si possono considerare, insieme allo pseudotorrente formatosi quando tracimava l'acqua che vi era nel cratere, come gli unici aspetti idrografici dell'isola.

Recenti ricerche oceanografiche hanno evidenziato che l'isola costituisce – con i vicini banchi "Terribile" e "Nerita" – uno dei coni accessori del vulcano sottomarino Empedocle, un edificio vulcanico paragonabile all'Etna per larghezza della base e elevato mediamente di circa 500 metri dal fondo del mare. La sommità del suddetto banco raggiunge una superficie di 30 metri quadrati, nel quale la profondità varia dagli 8 ai 12 metri; nei seguenti 200 metri circa il terreno è molto irregolare e oltre questa distanza esso precipita formando fosse che arrivano fino a 60/100 metri.
 


 Pantelleria


Il comune copre l'intera isola di Pantelleria. Si trova a 85 chilometri dalla Sicilia e a 70 dall'Africa. Il suo territorio è di origine vulcanica. Sono tuttora presenti molti fenomeni di vulcanesimo secondario, prevalentemente acque calde e fumi. L'ultima eruzione è avvenuta, nel 1891, sul pendio nord-occidentale, nella parte sommersa. Il territorio del comune va dal livello del mare ad una altezza di 836 metri sulla Montagna Grande.


Il porto dell'isola permette il collegamento regolare con i porti di Trapani e Mazara del Vallo. Pantelleria è dotata di un aeroporto ed è collegata all'Italia continentale con voli di linea.

Localizzazione
Localizzazione sommersa nel canale di Sicilia
Coordinate 37°10′00″N 12°43′00″E / 37.16667°N 12.71667°E / 37.16667; 12.71667
Altitudine massima -6,9 m s.l.m.
Geografia politica
Stato bandiera Italia
Regione Stemma Sicilia


 

Isola Pantelleria
Provincia:  Trapani
Coordinate: 36°50′0″N 11°57′0″E / 36.83333°N 11.95°E / 36.83333; 11.95
Altitudine: 5 m s.l.m.
Superficie: 83,02 km²
Class. sismica: zona 4 (sismicità molto bassa)


 


TORNA AD HOME PAGE


QUESTO SITO NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO
SENZA NESSUNA PERIODICITÀ, PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI
DELLA LEGGE N. 62 DEL 7.03.2001.
QUESTO SITO NON E' STATO CREATO A SCOPO DI LUCRO O A SFONDO POLITICO .

28/06/2011 scritto da BATENZO